Le piccole e tascabili macchine da cucire: una risorsa per risolvere ogni problema urgente

Sono tante le volte in cui vorremmo avere a disposizione una macchina da cucire per risolvere un problema improvviso ma siamo fuori casa e non abbiamo a disposizione la nostra macchina da cucire da tavolo. Una soluzione esiste e si tratta della più piccola macchina da cucire, quella tascabile. 

La macchina da cucire tascabile è quindi la frontiera più avanzata dell’autonomia dell’azione del cucire ed ha una forma e una metodologia in grado di offrire risposte risolutive per ogni emergenza.
E’ piccolissima rispetto ad altre portatili. Le dimensioni sono 23 centimetri x 9,8 x 5,4 con un peso complessivo che non supera i 400 grammi. E’ anche rivoluzionaria e sorprendente non solo per le dimensioni ma anche per tutto quello che riesce a realizzare nonostante le funzioni ridotte all’essenziale. Possiamo metterla in borsetta o in valigia e tenerla sempre con noi.
Il prezzo di una macchina da cucire tascabile varia dai 15 ai 30 euro in base a marca e modello. Questo modello ha il pregio di poter essere usato davvero da chiunque anche dal più inesperto principiante perché funziona in modo differente da una macchina da cucire tradizionale. Occorre un minimo di pratica per fare uscire una cucitura dritta ma è fantastica per riparazioni rapide che richiede un punto solo, quello dritto senza dover cambiare il piedino che non è previsto in questa tipologia di macchina. Va detto però che alcuni modelli di questo tipo permettono anche di creare lavori come il patchwork o semplici ricami.

La cucitrice tascabile funziona con 4 batterie AA senza dipendere da una presa di corrente. Nella confezione sono presenti anche altri accessori come rocchetti di filo di ricambio, un ago sostitutivo e un infila ago. Di solito non viene fornita una custodia ma le dimensioni ridotte permettono di adattarla a moltissime trousse.