Caricabatterie solari, perché scegliere i modelli ‘salva-vita’ nelle emergenze

Spendere poco può non essere una buona idea nell’acquisto di un caricabatterie solare. La filosofia ‘low cost’ può pagare per certi tipi di acquisti, ma non per questo che comporta la scelta di un dispositivo che si suppone debba funzionare a dovere, in caso contrario sarebbe una spesa inutile. Per non rischiare di buttare bei soldini al vento, si consideri nella giusta ottica di prezzo l’acquisto di un buon caricatore solare. Questo perché se lo strumento è inaffidabile potremmo ritrovarci in un mare di guai, soprattutto in situazioni di emergenza. Oltretutto non parliamo di cifre proibitive, ma generalmente di importi inferiori a 50 euro, per cui accingersi all’acquisto di un caricabatteria con un budget di soli 10 euro, quando per 20 euro in più è possibile acquistare modelli più affidabili e di qualità, sarebbe sciocco e poco previdente, perché ci ritroveremmo a dover combattere con prodotti che sacrificano velocità, portabilità e durata.

Alcuni caricabatterie solari fra i migliori in commercio sono dotati di un serbatoio simile a un power bank, in grado di fornire un’alimentazione  costante anche se la sorgente luminosa si interrompe temporaneamente. Si tratta di un sistema simile ai backup delle batterie che mantengono i pc accesi per un certo periodo anche in assenza di corrente. Se si utilizzano questi dispositivi in aree sprovviste di elettricità non si avranno problemi. Altro aspetto da valutare è la velocità del dispositivo, soprattutto se si percorrono luoghi impervi e isolati. La velocità è importante soprattutto durante escursioni in montagna o dove non c’è nessuno a cui chiedere aiuto, in questi casi di emergenza dovute a incidenti, cadute o malori la tempestività di intervento può essere vitale. In questo senso il caricabatterie solare può dare un contributo determinante alla riuscita dell’impresa, non lasciandoci a secco di batterie laddove non c’è possibilità di alimentare in altro modo il proprio dispositivo ‘salva-vita’.

Quando si lancia un Sos è di fondamentale importanza la velocità di carica in grado di alimentare lo smartphone o altro device per la richiesta di soccorso. I caricabatterie solari di fascia alta tendono a dotarsi di connessioni multiple e amperaggi diversi. Ciò consente di caricare più dispositivi in parallelo, simultaneamente, a ritmi di velocità più sostenuti, comunque variabili in base al numero e alla natura degli apparecchi sottoposti a carica.